Home

PROJECT di Emilio Fantin

a cura di Emanuele Sbardella

Emilio Fantin da anni lavora sul rapporto tra arte e logica, fra arte e matematica, dalla collaborazione con il logico Piero Pagliani negli anni novanta fino all’attuale progetto alla Sapienza, iniziato l’anno scorso con la performance “Autoreferenziale” e che continuerà quest’anno, mercoledì 6 maggio, con “Project”, sempre durante una lezione del Professor Claudio Bernardi. Emilio Fantin ha assunto la relazione fra arte e matematica come uno dei campi privilegiati della sua ricerca. Nelle sue opere la contestualizzazione di oggetti e di pratiche viene alterata fino al punto in cui forme e contenuti perdono la loro naturale riconoscibilità. Come si trasformerà la lezione nelle mani di un artista? Quali concetti matematici sono fondamentali per la sua arte? In che misura le sue opere possono considerarsi matematiche? Fino a che punto arte e matematica possono comprendersi reciprocamente? Fino a che punto possono compenetrarsi? È veramente auspicabile e giustificato tale incontro?

Tema ventitreesimo – Criteri estetici in matematica

Il noto matematico francese Jacques Hadamard sostiene che l’inconscio riveste un grande ruolo anche in matematica. Egli giunge a dire che il criterio secondo il quale l’inconscio colleziona e combina idee che poi daranno luogo ad una invenzione è proprio il «senso della bellezza». Tra i numerosi pareri di matematici concordanti, spicca quello di Poincaré del 1908. “I fenomeni inconsci privilegiati, suscettibili di diventare coscienti, sono quelli che, direttamente o indirettamente, colpiscono più profondamente la nostra sensibilità. Ci si può stupire di veder invocare la sensibilità a proposito di dimostrazioni matematiche che sembrerebbero interessare solo l’intelligenza. Sarebbe dimenticare la sensazione della bellezza matematica, dell’armonia dei numeri e delle forme, dell’eleganza geometrica. È una vera sensazione estetica, che tutti i matematici conoscono. Ed è proprio questione di sensibilità”. Nello stesso periodo (primo decennio del Novecento) si consumava nel campo dell’arte un movimento per certi versi opposto, che avrebbe condotto all’investigazione delle basi logiche su cui poggia l’arte, e che determinò la rottura fra quella che arbitrariamente si suole chiamare arte moderna da quella contemporanea. L’intervento dell’inconscio, tradizionalmente canale privilegiato e quasi esclusivo del fare artistico, non veniva più assunto come naturale supporto o oggetto dell’artista. Nel momento in cui veniva riconosciuto ed accettato dal matematico, l’inconscio veniva guardato con sospetto e strumentalizzato dall’artista. L’arte perde gran parte della sua fruibilità puramente estetica e contemplativa pur di guadagnare terreno sulla strada della ricerca autocritica (sulle proprie possibilità espressive e conoscitive). Spesso in questo sviluppo fa esplicito riferimento alla matematica, sia per i suoi contenuti, sia per il suo approccio disciplinare. C’è una forte tensione sotterranea fra arte e matematica che segna in modo particolare l’ultimo secolo.

La mia partecipazione alle lezioni del Professore Bernardi, al di là del mio particolare interesse per la logica, si inserisce nel progetto di Emilio Fantin: curare e presentare questa performance mi sembra il modo migliore per relazionare sui criteri estetici della matematica.

Emanuele Sbardella

Si ringraziano:

Claudio Bernardi, docente di Fondamenti della Matematica Carla Subrizi, Direttrice artistica della Fondazione Baruchello, sostenitrice dell’iniziativa Dora Stiefelmeier e Mario Pieroni, RAM – radioartemobile e in particolare Ilari Valbonesi Simonetta Lux e Domenico Scudero del MLAC, Museo Laboratorio Arte Contemporanea Università della Sapienza

3 thoughts on “Fondamenti della Matematica_10 – Volantino di persentazione

  1. Trovo molto interessante l’argomento. La matematica e la geometria rimangono troppo spesso impigliate nella razionalità, essendone il massimo portavoce. Ma non basta, e questo è chiaro: basti pensare alla capacità di “vedere” o meglio di “leggere” la bellezza assoluta nella sezione aurea tanto cara agli architetti rinascimentali. Nell’arte contemporanea il gruppo dell’arte “programmata” gioca proprio su questo tema, applicando una ricerca geometrica al supporto quadro. E’ necessario saper analizzare sotto più punti di vista l’arte per riuscire a comprenderla, e per poi abbandonarsi all’estasi anche di fronte a quadri che troppo spesso vengono definiti “freddi” perché eccessivamente legati alla logica… sarà, ma sin da bambina il sentimento di stupore di fronte, per esempio, ai frattali, non mi ha mai abbandonata… stupore forse derivato dall’inconscio, se pensiamo che il frattale è la massima sintetizzazione visiva di uno stato allucinogeno… insomma, interessante, davvero. a presto, valeria_j.

  2. Cara Valeria, quanti spunti interessanti in un solo commento!

    Hai colto benissimo i nostri riferimenti alla programmata e al concettuale. Nonché all’inconscio.
    Sono lieto, invece, che tu abbia inserito nuovi significati (quali quello legato ai frattali o alla sezione aurea). Quella è una sottocaregoria dell’argomento; una sottocategoria molto vasta e interessante che per scelta ho escluso dal concept dell’attuale lavoro. Ma ne costituisce pur sempre una parte significativa. Infatti alla fine è emersa anche stamane in alcune reazioni alla performance.

    La performance si è appena conclusa, e a giorni posterò il video e il link alla trasmissione radiofonica che abbiamo strutturato in concomitanza. Ti farò sapere.

    Grazie per la visita

  3. Pingback: Fondamenti della Matematica_11 – Resoconto della performance « Emanuele Sbardella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...